spinning


venerdì 11 marzo 2016

Torrente Elvo nei dintorni di Biella




 Il torrente Elvo classificato a salmonidi parte da Occhieppo interiore (cep suta in dialetto) possiamo dire che fino a qualche km sopra i "cep sura" è abbastanza facile da affrontare.
All' inizo dell' ultimo paese citato appena finita la salita si giri a sinistra in Via Opifici e si scenda verso il torrente dove accanto ad esso vi è il lago APOS. Da li', o consiglio anche un pò più a monte , si può cominciare la risalita fino a quando il corso di acqua diventa impegnativo ed adatto a gente giovane, senza pancia come la mia e che abbiano buoni polmoni.Questo primo tratto è caratterizzato da correntine inizialmente e da qualche interessante buca dove finisce il prato a monte. Gli abituè dell' Elvo veramente alto dicono di un bel corso d' acqua con belle buche e lame ma difficili da raggiungere e in qualche caso bisognrebbe avere attrezzatura da alpinista nella parte più superiore. Il link: http://www.vieferrate.it/pag-relazioni/piemonte/41-alpi-biellesi/125-infernone.html



 vi darà la consacrazione di quello detto assieme a qualche filmino in You Tube dove basta mettere "ferrata dell' infernone".
 

Un altro accesso è vicino a Sordevolo che è il paese dopo Occhieppo Superiore. Le trote dell' Elvo "selvaggio" sono tutte fario di piccola/media stazza mentre nella parte più bassa troviamo anche iridee di lancio. Le tecniche per la parte bassa sono attuabili in toto mentre per la parte più impegnativa consiglio lo spinning dato che ha un "armamento" facile ; Certamente teleregolabili, agendo al tocco, sono utilissime dato che si può agir lontano dall' acqua senza infastidire le trote ma impegnative da portarsi dietro.
Io uso generalmente rotanti del N 1-2 o Martin 3-6 gr ma credo che il luogo sia adatto agli artificiali della Flumen (https://www.extrafg.it/) e appena il mio amico Ettore (socio della ditta) me ne porterà qualcuno per sostituire quelli che avevo (e che ho perso...) già li userò.
La canna da spinning sarà una 6-7 piedi con mulinello piccolo caricato collo 0.16/018. Questi sono i pochi posti dove uso gli artificiali con amo singolo senza ardiglione data la residua possibilità di andare oltre i 30 cm come lunghezza della trota.
Stivali tutta coscia o wader con gomma antiscivolo e socio appresso se si affronta il tratto pericoloso.
Trotellina vicino al lago APOS


 
 
In quel tratto vicino al lago APOS qualche trota fario a spinning l’ ho presa anche se non di grande misura e una volta ho fatto la quota di 10 capi di iridee ma al mattino vi era stata una gara.
Oltre 10 anni fa la Thymallus Aurora, dopo consulto della società ittiologica GRAIA, vi immise molte centinaia di temoli di varie misure derivanti da una collaborazione coll’ APD Novara; Cioè la società novarese avendo in gestione il canale De Pretis derivante dalla Dora Baltea recuperava i pesci (a cui partecipai anche io) e i temoli finivano nell’ Elvo ed altri furono acquistati non so dove. Esperimento miseramente fallito nel giro di 1 anno dato che i trotaioli biellesi manco sanno che esistevano i suddetti pesci e li spazzolarono fuori come avevo ipotizzato io; Ma i soldi erano loro ed amen.



Conosco discretamente l’ Elvo a Cerrione e Borriana e dopo Vettignè ma fermiamoci ai primi 2 spot.

Itinerario 1: Portarsi da Occhieppo inferiore a quello superiore e alla fine della salita girare a sinistra in Via opifici ; Una discesa vi portera al lago APOS che è attaccato al torrente e si nota dalla foto il muragione; lasciate l’ auto e risalite a piedi.




Itinerario 2: Da Sandigliano Sud (a fine paese arrivando da Biella) girare a destra per via Borriana (logicamente chi arriva dall' altra parte girare le indicazioni), entrare in paese dritti e poi girare a destra e vi è l' indicazione del torrente caratterizzato da una lunga e stretta passerella. La zona è meta di bagnanti nei periodi caldi.


 

Itinerario 3 Arrivando da Salussuola/Cavaglià una volta arrivati alla frazione Vergnasco girare a sinistra in via Monte Bianco e proseguire dritti per qualche km. Passato il ponte sull' Elvo girare a destra sù una sterrata e fermarsi prima della sbarra. Un comodo sentiero scende al torrente.


 

Sia a Borriana che a Cerrione il torrente è caratterizzato da correntine, piccole lame e qualche buca dalla profondità non eccesiva. Conviene avere dietro stivali a tutta coscia. I pesci presenti sono barbi di piccole/medie dimensione, qualche cavedano, vaironi e gobioni oltre delle trote di discesa di cui una ben grossa /6-8 etti circa) mi ha spaccato lo 0.12 nel 2015 saltando in aria a Borriana. Una bolognese da 5-6 metri o una fissa da 6-7 metri sono l’ ideale. Qualche galleggiante da 1 a 3 grammi. Ami piccoli e fili dello 0.10/0.14 come finali. A spinning si tenti i cavedani e le poche trote con rotanti del N 2 o minnows di 3-5 cm galleggianti o leggermente (che affondino di 1 metro diciamo) Shad Rap nelle zone più profonde. Canne da 1.80/210 cm con un piccolo mulinello caricato di un 0.18 o anche meno visto che la dimensione dei pesci non è eccesiva. Ultimamente mi sono trovato a pescare a spinning col Dog CAVEDANO al guinzaglio metre la mogli riprendeva una cattura delle 2 effettuate. Una di un cavedano sui 6 etti in precenda e uno sui 2-3 etti nel filmino.


Negozio: Capitan Custer (Alex Castaldelli) Via Montegrappa 9 a Gaglianico

Video

Spinning col cane
https://www.youtube.com/watch?v=WrMXR7yjkwg


Altri filmini

https://www.youtube.com/watch?v=-KpvTgnExtw
https://www.youtube.com/watch?v=lNYO-4rU5x4
https://www.youtube.com/watch?v=LQ0IvsKYsn4
https://www.youtube.com/watch?v=hpxCAjrXVgc
https://www.youtube.com/watch?v=RQ_bE7t-T1A


 

Cosa vedere: http://www.cmve.it/ e
https://it.wikipedia.org/wiki/Ricetto_di_Candelo
http://www.santuariodioropa.it/db/it/
http://www.santuariodigraglia.it/
Cosa comprare http://www.atl.biella.it/outlet-biella
http://www.liquorificiorapa.it/it/ratafia-di-andorno-liquore-di-noci.html