spinning


venerdì 26 maggio 2017

Pescare nelle acque del Fishing Tour Novara nella roggia Mora









Detto corso diparte dal fiume Sesia nel comune di Prato Sesia. La sua origine è molto antica: il primo tratto, denominato roggia nuova , fu realizzato dal comune di Novara attorno al 1100 per sfruttare a scopo irriguo le acque del fiume Sesia . La denominazione “Mora” venne data nel XV secolo quando Federico il Moro la prolungo fino a Vigevano.
Personalmente la vedo come distinti tratti, dato che essa si immette nel torrente Agogna dopo oltre 30 km e ne esce dopo qualche km in sponda opposta. E’ ben evidente che l’ acqua è diversa. La portata media è di 12 metri cubi secondo E per la pesca vi è da dire che molto  difficilmente và in asciutta. Il suo corso fino all’ Agogna è abbastanza sinuoso e quasi naturale eccetto dei tratti in Romagnano paese e poco a valle  e a monte di San Bernardino dove è canalizzato a cemento con sponde verticali. Oltre alle trote presenti anche cavedani, barbi e carpe specie nel tratto finale e vi è in corso un progetto temolo http://www.provincia.novara.it/Pesca/Progetti/ProgettoTemolo.pdf








. Possiamo dire che la corrente è abbastanza sostenuta almeno fino alla passerella Merlini, diminuisce oltre e si calma abbastanza prima dell’ ingresso nel torrente.

Secondo lo scrivente il tratto iniziale appena uscito dal Sesia è pescabile al tocco e a spinning con qualche possibilità per i più esperti anche di fare la passata. Il tratto da Ghemme alla passerella Merlini **la pesca al tocco è la più indicata con pesanti pallettoni e a seguire un difficile ma attuabile spinning.
Nel 2017 sono previsti 800 Kg di immissione di trote oltre a quelle del tratto King Size.
La riserva King sulla roggia Mora apre ufficialmente ad Aprile 2014, nata da un progetto elaborato un paio d’anni prima dall’accordo coi responsabili novaresi de Fishing Tour cioè Renato Pellò e Alberto Rossinie del SCI Novara Il Fishing Tour nasce da una gestioni unitaria di molte acque gestite dalla FIPSAS NO e dal CAGeP che a sua volta è una unione di associazioni di pesca di cui la maggiore è l' APD Novara; Il presidente dalla notte dei tempi è Renato Pellò che io in un articolo sulla rivista PESCARE definii il Messia* delle acque.
. Il CAGeP nacque da una sua idea e si fece  una riunione preliminare in bassa ValSesia fra 13 associazioni sia gestrici di acque sia no. Io ero il rappresentante della Thymaluss assieme a Leonesi dottor Maurizio.
.Modifica orari di pesca del Tratto KING SIZE::a partire da Venerdì 26 Maggio 2017 la pesca sul tratto King Size della Roggia Mora a Prato Sesia e Romagnano Sesia potrà essere esercitata dalle ore 8.00 alle ore 20.00 con chiusura nelle giornate di Martedì Mercoledì e Giovedì.

Per informazioni dettagliate sul regolamento visitate:http://www.apd.no.it/king_size.html oppure scrivete una mail a info@fipsas.novara.it


Il progetto prevedeva la creazione di un tratto a permessi giornalieri, ripopolato con trote di buone dimensioni che potesse diventare un punto di riferimento nel panorama novarese e non solo.
Iil tratto è lungo circa 4 km, delimitato sia a monte che a valle (inizio e fine riserva) da due chiuse artificiali.
Nei 4 km di riserva che diparte dall’ inizio della roggia a Prato Sesia  la Mora assume caratteristiche molto diverse: si parte dalla classica roggia con sponde erbose, si passa a tratti quasi torrentizi intervallati da buche e salti d’acqua fino ad arrivare all’ultimo tratto canalizzato.





Ambienti molto diversi che si prestano ad approcci diversi ma tutti con un comune denominatore: la presenza di tante e grosse trote!
La Mora già presentava una sua popolazione di fario e marmorate, con l’apertura della riserva sono state immesse fario e iridee con esemplari anche di diversi kg di peso; l’obiettivo non è quello di creare una riserva “pronto-pesca” quanto di conciliare una buona pescosità in un contesto il più “naturale” possibile. Quanto ai salmonidi immessi si è cercato di puntare sulla loro qualità più che sulla quantità fine a se stessa e il risultato è , fino ad ora, eccellente con pesci belli, pinnati e in ottima salute.

Nella riserva si può pescare con tutte le tecniche e sono previsti due tipi di permessi giornalieri: un permesso no kill (con ami e ancorette private di ardiglioni) e un permesso che dà la possibilità di trattenere tre capi. I kill vale anche per pescare in tutte le acque del Fishing Tour Novarese, quindi gli altri tratti della roggia Mora, il Sesia, le altre rogge e canali del circondario piuttosto che nel lago FIPSAS di S.Pietro Mosezzo con bass, perca e lucci… Un unico permesso per una giornata di pesca assolutamente completa dove in pochi km si può passare dalle fario alle marmorate, dai cavedani (tanti) ai bass, dai perca ai grossi lucci!
Il tratto King della Mora era l’ultimo tassello mancante del “mosaico” novarese che ora è andato definitivamente a completarsi offrendo agli spinner (ma non solo a loro) un itinerario di pesca a 360° che non ha molti rivali in tutto il Nord Italia.
I permessi, specie la domenica,  per la nuova riserva sono reperibili presso il lago FIPSAS di S.Pietro Mosezzo, a Romagnano Sesia e presso il Bar Piemonte in via Garibaldi 31 sempre a Romagnano Sesia.
Parlando di pesca, il tratto King è aperto a tutte le tecniche ma sono soprattutto le esche artificiali a trovare in queste acque il perfetto connubio, le acque della Mora favoriscono infatti l’attività sia insettivora che predatoria delle grosse trote.
Per lo spinning, in base alla mia esperienza, consiglio canne piuttosto lunghe (ne uso una da 2,4 m) per essere agevolato in presenza di sponde alte o ostacoli, preferisco artificiali di discrete dimensioni come rotanti di 12/15g e minnow di 7/9cm
. L’importante è che riescano a contrastare bene la corrente e che all’occorrenza sappiano tenere il fondo anche in presenza di flussi sostenuti.
La canna va scelta in base agli artificiali prescelti e in particolare alla gestione degli stessi; per esempio un rotante di 15 g contro corrente necessiterà un attrezzo con una riserva di potenza ben superiore al peso dell’artificiale stesso. Un mulinello del N 2500 caricato con un buon 0.25, stivali o Wader e guadino. Negli altri tratti si può provare a fondo o a galleggiante alla ricerca di barbi,cavedani e carpe.

Nel 2017 per pescare occorre licenza, FIPSAS e permesso giornaliero o annuale. Ulteriore buono per il tratto King Size.
Come arrivare: La Mora costeggia la statale che da Novara porta verso la val Sesia e la troverete alla vostra destra fino a Briona dove scorre sulla sinistra anche nel tratto da Romagnano a Prato Sesia dove vi è il suo inizio che raggiungerete svoltando verso il cimitero e poi scavalcata la ferrovia girerete a sinistra per una sterrata che vi porta al ponte della Brida.


Negozio di pesca a Prato Sesia in Via Matteotti N 26 (la via principale) ;
tel: 0163 850200
fax: 0163 850200
email: info@armeriagioria.com
oppure vedere al sito:http://www.gam-snc.it/

Se partite da Novara potete andare alla Boutique della pesca di Davide Verri in Corso della Vittoria 51/A  

tel. 347 2367334


Permessi: Licenza  e permesso del Fishing Tour con possibilità di buoni giornalieri. I luoghi dove potete reperirli sono segnalati in www.apd.no.it o in http://www.fipsas.novara.it/

*Anedotto: Un giorno il Pellò ando’ in un lago per un  pescata con 2 amici;  Questi montarono alla veloce sulla barca e partirono sulle acque.
Lui: Ohhh e io?
Loro: Tu sei il Messia....Cammina sulle acque

**Attenzione che dalla passarella Merlini a Briona a valle per un certo tratto in sponda orografica sinistra esiste un fondo chiuso col proprietario piuttosto suscettibile….Lo so visto che una volta mi ha beccato.


Mangiare e dormire: la zona è a vocazione turistica e non vi sono problemi. Da segnalare che il circondario di Ghemme è famoso per i suoi vini e proprio nel paese ha sede una notissima fabbrica con spaccio di grappa e l’ acetifico Ponti. Specialità: Tapulon di asino….ma pretendetelo spezzettato e non macinato dato che “tabulato” vuol dire spezzettato fine.

Video You Tube