2.16.2010

La lanca del Monza

La lanca del Monza in sponda orografica destra del Ticino e quindi in Piemonte comunica direttamente col fiume quando questo è a livello normale o alto attraverso un canaletto lungo pochi metri. La si intravede percorrendo l’ autostrada A4 in direzione Torino appena oltre il ponte sul fiume. Blocchi ben squadrati e ordinati in prossimità del canaletto che la collega col fiume la contraddistinguono. Di buone dimensioni con profondità accentuata, ramaglie e tronchi in acqua, in qualche punto ospita i classici pesci dell’ ex fiume azzurro . In inverno le sponde alberate lasciano senz’altro più spazio al pescatore mentre in estate sono anche le alghe acquatiche oltre alla vegetazione e agli insetti a complicare l’azione di pesca. Alcune postazioni di pesca però sono già ben delineate.


In inverno ottima senz’altro la pesca ai lucci e ai persici. Resta solo il dilemma della tecnica da usare; Vivo per chi bada alla sostanza, spinning o Mort manieè per chi intende rilasciare. Esche piccole tipo alborelle o vaironi piccoli per i persici e grosse come scardole per insidiare i lucci. Senz’altro per la cattura di Mister Esox è indispensabile il cavetto d’acciaio per tutte le tecniche sopra citato. Attenzione però che anche tentando il persico reale non è detto che qualche piccolo di luccio abbocchi…In estate la preda più ricercata resta la tinca assieme alla carpa anche di grossa dimensione; canne a fondo con piccole boiles sono da preferire dato che mais e bigattini attirano inevitabilmente le scardole. Anche a fondo con grossi vermi la pesca può rendere visto anche la presenza di anguille. Scardole e minutaglia sono da pescarsi al largo all’inglese oppure se individuate nel sottoriva con canne fisse. Nelle immediate vicinanze del canaletto possibili agganci di vaironi e cavedani. Interessante sottolineare l’assenza di specie alloctone .
Consigliamo l’uso di un buon antizanzare in estate e stivaletti nei periodi post pioggie. Indispensabile guadino a manico lungo.



Come arrivare: E’ un po’ difficoltoso per chi non conosce la zona ; stradine varie dipartono da San Martino di Trecate e Romentino per arrivare al naviglio Sforzesco zona Boscaccio . Lo si attraversi e si segua il corso fino al ponte autostradale. Si posteggi e si raggiunga la lanca a piedi li vicino.


Licenza governativa e tessera CAGeP . CAGeP

Da Vedere: Oltre alla solita cupola di San Gaudenzio sempre a Novara vi è Il Broletto, un interessantissimo complesso architettonico posto di fronte al Duomo; è costituito da quattro edifici storici sorti in epoche diverse con materiali ed elementi decorativi non coerenti tra loro e disposti a quadrilatero attorno al cortile centrale.

Negozio consigliato: Bolognini Sport S.a.s.
28069 Trecate (NO) - Corso Roma, 76 Tel 0321 71130

Dove mangiare e dormire: Albergo Ristorante
28069 Trecate (NO) - Via G. Mazzini, 8 Tel 0321 770130


Walters Scandaluzzi