2.16.2010

Morto manovrato -- Mort Maniè

Ma chi sono? Chi è Il Baron Samedi che li fa risorgere? E le loro vittime quali sono?
Andiamo subito all’ ultima domanda: Non siete Voi di certo…anzi Voi potete essere i Baron Samedi ovvero gli stregoni Wodoo che fanno risorgere i pesci…
Tutti i pesci? No solo alcuni cioè triotti, vaironi, scardolette, piccoli carassi e cavedani, grosse sanguinerole, piccoli gardon e scazzoni.

Questo è scemo starete già dicendo…No. Voi li ammazzate per poi farli rivivere col Morto Manovrato e fare vostre prede lucci, BB, trote, grossi cavedani, persici reali, sandre e sorpresine varie come barbi e anguille.
Del MM alla Draykotich o come cavolo si chiama ne parla già ampiamente l’amico Gianpaolo nel suo sito al quale potete accedere cliccando QUI

E’ un sistema che và benissimo per i predatori che non inseguono tanto come lucci e Black Bass usato con pesci classici di acqua ferma come triotto o scardoletta.
Ma nei fiumi di pianura e nei grossi torrenti di fondovalle, specie in Piemonte e nelle zone lombarde del Ticino , sono/erano in voga altri 3 tipi di MM. Chi vieta di usarli in altre acque?
Montature ossolane e vigevanese si assomigliano molto. Imbragato in entrambe il piccolo pesce esca (optimum il vairone) con 3 ancorette l’unica differenza sta che nel primo caso metteremo un piombo di qualche grammo a 80/100 cm dal “morto” mentre nel secondo non useremo piombatura.


Molto interessante è la cosiddetta “svizzera” anche se di difficile ideale costruzione specie per la parte riguardante il piombo. Infatti si tratterebbe di infilare una torpille entro un filo di rame. Il buco dei suddetti piombi in commercio è generalmente troppo piccolo e quindi non resta che creare adeguato stampo e fare delle colate oppure adeguarci con altri tipi di piombo. Una terza soluzione è di attorcigliare del piombo tenero da corona attorno al rame. Naturalmente in testa al “rame” avremo lasciato una piccola asola con infilato una girella con o senza moschettone . Nella asola legheremo 3 spezzoni di filo grosso con piccole ancorette. Gli spezzoni devono essere lunghi per infilare le ancorette in testa, a metà e fine pesce esca. Ne possiamo fare di varie misure di queste montature per pesci e ambienti diversi. Possiamo anche legare all’ asola un altro pezzo di filo di piombo da girare sulla testa del pesce morto per meglio tenerlo sulla montatura.


Canne tipo spinning abbastanza rigide sui 2.70/3 metri, filo robusto anche trecciato. Mulinello potente direi N 4000. La tecnica è quella di lanciare a monte e recuperare a strappetti fino davanti a noi animando cosi il pesciolino morto.
La vittima per eccellenza è la trota e vi assicuro che le più grosse marmorate del Ticino sono state prese con questa montatura. Ultima a mia saputa qualche anno fa di 11.5 kg nel Naviglio Langosco che esce dall’ ex fiume azzurro a Cameri. Poi il cavedano e come detto qualche sorpresa… Beh come sorpresa non parliamo tanto del luccio che è il predatore per eccellenza ma grossi barbi ed anguille.

Faccio notare che sarebbe utile uccidere i pesciolini sul momento in quanto di maggior tenuta di quelli decongelati.



Walter Scandaluzzi

Surfcasting (e non solo) vicino al Vesuvio con il signor Frigenti

Questa volta sono col signor Francesco Frigenti nato a Nocera Inferiore (SA )   nel    1978   e residente a San Valentino Torio in Ca...