3.08.2010

Gionata Paolicchi PescareOnline


Siamo con Gionata, direttore di Pescareonline detto POL dal giugno del 2003, www.pescareonline.it e ne facciamo una presentazione innanzitutto prendendo info dal suo sito.
Gionata è nato a Pietrasanta (LU) il 1° settembre ‘72. Diplomato nel luglio del 1992 al Liceo Scientifico di Forte dei Marmi e nello stesso mese ha conseguito l’attestato della scuola Massimo D’Azeglio di Bologna, per aver partecipato al corso, della durata di un anno, di “Operatore televisivo” presso 50 Canale.
Produttore e regista di trasmissioni televisive a livello nazionale a partire dal 1993, a soli 20 anni ha realizzato le prime 15 puntate di “Pescare insieme”, programma di itinerari, tecniche e gare di pesca sportiva in onda sui circuiti nazionali ODEON TV e 5 STELLE . al 1992 collabora con le collaboratore delle maggiori testate specializzate del settore pesca-sportivo: Pescare, Pescare Mare, Pesca In, Pesca in Mare, Pescare Carpfishing, Noi pescatori , in qualità di autore e fotografo.

In sedici anni ha pubblicato oltre 1000 articoli, 10000 foto e oltre 60 copertine.
Per l’Editoriale Olimpia di Firenze ha realizzato almeno 19 video in VHS che hanno avuto una tiratura media di 20.000 copie ad uscita.
Qui’ ci fermiamo e facciamo la prima domanda anche perché il suo curriculum è talmente ampio che si rischia di arrivare a domani mattina a leggerlo tutto.



La tua collaborazione con l ‘Editoriale Olimpia continua?

Gionata: Dalla domanda sembreresti Carlo Conti a Miss Italia. Al momento la collaborazione con Olimpia è al palo, siamo in attesa di rinnovo e di vedere come vanno certe cose in Azienda. Ho un buon rapporto con l’Editore, per me i Cacciapuoti sono più una famiglia che un datore di lavoro, vedremo nei prossimi mesi cosa accade, ma spero che l’avventura con loro continui, visto che lavoriamo assieme dal dicembre del 1994.

Restando nel campo delle riviste cartacee si è notato negli ultimi anni un aumento di queste e una diminuzione dei pescatori. Come spieghi questa cosa e quante copie in media fanno queste riviste?

Gionata: vedo che mi fai tutte domandine “peperine”, spero che l’intervista non venga usata contro di me, “tengo famiglia”, sai com’è. Il fiorire di riviste si spiega in questi termini: molte riviste sono praticamente fatte in casa, nel senso che se una casa Editrice come Olimpia, ha un punto di pareggio (è quella soglia sotto la quale si perde, sopra, si guadagna), di 10.000 copie, le neo-riviste hanno punti di pareggio di 2500 copie, cosa vuol dire… che le neo-riviste hanno aziende snelle, con poche spese, meno spese, meno costi, basta vendere meno copie per guadagnare e vendere 3000-4000 copie in edicola è fattibile, quello che oggi è difficile è vendere più di quei numeri. Quindi una casa editrice annaspa, una rivista fatta in casa guadagna poco, ma guadagna.


Le ditte e i commercianti di pesca credo siano ben in crisi… ma quanto?

Gionata: beh, le aziende, ti dirò, hanno tenuto bene “botta”. Vivo nelle Aziende e sento tutte le campane e sinceramente la crisi pare ormai alle spalle e le perdite… in alcuni casi, nemmeno ci sono state. Per i negozi… forse la crisi si è fatta sentire un pochino di più, ma ho visto che i negozi forti, quelli ben gestiti, si sono barcamenati bene, organizzando stage ed altro, ed anche loro sono rimasti a galla. Alcuni hanno chiuso, altri hanno aperto… vedremo il 2010 come va… io credo bene.

Riguardo POL come và? Quali sono in anteprima delle novità che proporrai? Il sito ti da introiti buoni oppure lo mantieni per passione?

Gionata: POL va bene grazie, soprattutto da quando è stato fatto il restyling che permette di aggiornarlo di continuo. Proprio pochi giorni fa ho messo una news con i numeri visite dal febbraio 2003 al febbraio 2010, sempre in crescita. Anteprime clamorose non ce ne saranno a breve, il sito adesso naviga tranquillo. Gli introiti sono dovuti ai banner pubblicitari e permettono di pagare le spese e di avere qualche cosa anche per i collaboratori (tipo te…). Ho un piccolo ritorno economico dal sito, ma più che altro sto investendo per mantenerlo vivo, perché credo che in futuro il web e siti come POL possano riservare belle sorprese, anche a livello economico.

A pesca dove sei stato e quali pesci particolari hai pescato colle tue lenze? Il record di peso e la maggior soddisfazione a parte il peso?

Gionata: fra pochi giorni parto di nuovo per il Madagascar, ci tornerò poi a novembre con Ripamonti per girare una serie TV per Sky Caccia e Pesca. I pesci che mi hanno dato più soddisfazione e che amo maggiormente sono i tarpon che ho preso a Cuba, pesci fino a 50 kg, ma un pesce che mi ha dato molto è stato nel 2008 in Canada uno Storione di un quintale per 2,18 metri di lunghezza vediti il VIDEO


I tuoi programmi futuri?


Gionata: per quest’anno devo fare per Caccia e Pesca 40 episodi in totale, suddivisi per 4 diversi format. Due programmi con Ripamonti, due con Gianfranco Monti molto carini e sempre con Gianfranco Monti stiamo “tentando” di portare la pesca in tv… ma su una tv molto importante, ma non dico nulla per scaramanzia.



Cosa ne pensi dell’ amministrazione della pesca in Italia?

Gionata: beh, questa domanda presuppone ore di risposta… ma la faccio facile. Credo molto nella FIPSAS, tanto che da pochi mesi sono entrato dentro la Commissione Immagine nazionale e sai perché? Perché è facile lamentarci che la FIPSAS di qui, la FIPSAS di la, rimbocchiamoci le maniche e facciamo, diamo una mano! In generale non mi piace la politica “ittica” nel nostro paese, se penso che una regione come la Toscana incassa dalle licenze di pesca quasi un milione e mezzo di euro, poi vedo i pesci che ci sono nei fiumi… e la Toscana è una delle regioni messe meglio e che funzionano! Figuriamoci le altre!!!

Quale paese ti ha più impressionato per la gestione della pesca?

Gionata: beh, dieci anni fa mi trovavo con un amico in Canada sul Taseko Lake, un lago grosso come il Lago di Garda che non ha nemmeno un paese affacciato sulle sue acque. Per arrivarci sei ore di cavallo, o un ora di idrovolante. Siamo li a pesca, con la licenza in tasca, quando atterra un idrovolante davanti a noi e ci chiede, stando a distanza da noi, se abbiamo le licenze. Io gli urlo ok, loro prendono e ripartono. Morale: se gli dicevo ok, loro avessero voluto controllare ed io non l’avevo, venivo arrestato, ma siccome in Canada si presuppone che tu sia onesto e dica la verità, mi hanno creduto e sono ripartiti, nonostante per due abbiano fatto un atterraggio! Da noi le guardie non si fermano nemmeno se il loro Pandino ti sfreccia alle spalle a 20 allora, mai nessuno in Italia mi ha chiesto il permesso, se non una volta, quando nemmeno pescavo, facevo le foto, avevo il permesso scaduto da un mese e mi han fatto 160 euro di multa, ma questa è un'altra storia.

Ad un lavoratore medio dove consigli di andare a pesca all’ estero? Ed a uno benestante?

Gionata: beh, dai, domanda facile, pescatore medio consiglio il mitico Gargantini, a due passi da casa, due ore da Venezia, costa poco, fai tutte le pesche, puoi portare la famiglia, ad uno benestante suggerisco i Salmoni Canadesi o i GT del Madagascar. Basta andare sul mio sito FISHINGPARADISE dove suggerisco (a gratis), i migliori posti.

Tre nomi di tre posti italiani che ritieni DOC anche in Italia?
Gionata: beh… posti DOC che vuol dire? Io amo molto la provincia di Rieti, il Lago Rascino è meraviglioso, così come il Velino, oppure la Laguna di Orbetello, che ormai è un po casa mia, ma anche il mio Massaciuccoli dove vado a pesca con Ighli Vannucchi e la meravigliosa Magra.

Non ti facciamo perdere altro tempo, ti ringraziamo sentitamente e facciamo un augurio di buona vita a te, Chiara e al tuo bimbo.

Gionata: ti ringrazio e contraccambio, sono contento di vedere che ti dai sempre molto da fare.

Ps dell’ autore; I pesci che prende l’autore sono solo questione di …. Io personalmente gl’ho guadinato un luccio di 125 cm preso colle boiles recuperandole… ed è detto tutto!!!

Gionata: questo è vero, ma converrai con me che avrei potuto spacciare quel pesce (mio record personale), come un pesce preso a spinning, ci potevo fare anche le copertine, unica persona presente al lago tu, ed invece ho detto al mondo come lo avevo preso… stupido? No. Troppo onesto, ma l’onestà paga caro mio, visto che il 14 febbraio, durante il Fishing Show, la FIPO mi ha eletto giornalista dell’anno… e questo tra le tue domande… sigh, non lo hai messo!





Adesso ha anche il sito simpaticissimo

hSito nuovo di Gionata

con una intervista demenziale di Gianfranco Monti (presentatore R 101) a me

Intervista video al CAVEDANO sul Sesia a Romagnano 


Pescare? Anche...ma lavorare in altro modo nel mondo della pesca e pure gratis.

Trota recuperata nel Toce Gli elettrostorditori, sono costituiti da un generatore, dal quale escono due cavi terminanti con un polo po...