3.05.2011

Pesca dei ricci di mare


I ricci di mare sono una delle più prelibate leccornie che il mare ci offre. Deliziosi come condimento ad un piatto di spaghetti, sublimi in una bella insalatina con qualche asparago selvatico.
No, non abbiamo deciso di trasformare Pesca&Pesca in un sito di cucina, piuttosto abbiamo pensato a questo articolo perchè l'echinoderma in questione è vittima di un bracconaggio selvaggio, sia a fini commerciali, sia da parte di molti pescatori
dilettanti che spesso non si rendono neppure conto di commettere un reato e soprattutto di compiere un gesto che danneggia l'ecosistema in cui si stanno immergendo.

Quindi la prima domanda che uno dovrebbe porsi è: i ricci di mare si possono pescare?
la risposta è: Si!Anche se non siamo pescatori di professione. Ma ci sono delle regole ben precise.

La pesca dei ricci di mare è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 12 gennaio1995.

Potete leggere il decreto a questo link

REGOLAMENTAZIONE PESCA DEI RICCI DI MARE


Le regole da seguire sono poche e ben precise.

1) NON si possono pescare ricci di mare nei mesi di maggio e giugno
2) Si può pescare in apnea e manualmente
3) La misura minima per ogni esemplare è di 7 cm di diametro, aculei compresi.
4) Il limite massimo di cattura è fissato in 50 esamplari al giorno.


Alcune regioni hanno elaborato delle regolamentazioni diverse. Un esempio è la Sardegna, ove i periodi consentiti per la pesca sono diversi rispetto a quelli del resto d'Italia, e visto che spesso le ordinanze delle capitanerie sono delle vere e proprie giungle nelle quali è complicato districarsi,vi consigliamo vivamente di rivolgervi direttamente alle capitanerie di porto competenti per la zona in cui decidete di andare a pesca di ricci.
Attraverso il link che troverete qui sotto potrete accedere ad un form in cui vi basterà inserire i dati di ricerca e avrete in pochi secondi tutti i recapiti telefonici e di posta elettronica dei vari comandi periferici ai quali potrete domandare lumi sulle regolamentazioni della zona e su eventuali zone interdette alla pesca, zone protette o altro.

COMANDI PERIFERICI GUARDIA COSTIERA

Non rispettare la normativa sulla pesca dei ricci comporta pene pecuniarie assai pesanti e, nel caso si stia usando un'attrezzatura non consentita (le bombole, ad esempio), il sequestro della stessa.

Chiudiamo questo articolo con una serie di link ad articoli che danno un'idea precisa di quanto questa specie sia messa sotto pressione da una pesca indiscriminata e fatta fuori da ogni regola.

PESCA ILLEGALE, SEQUESTRATI 2500 RICCI

SEQUESTRATI 460 KG DI RICCI DI MARE

PESCA ILLEGALE, SEQUESTRATI 9000 RICCI

SEQUESTRATI 6000 RICCI DI MARE





Foto da NaturaMediterraneo.com

Trentino- Trote (ma non solo)-turismo e Mountain Pike

Walter&Walter La figlia di Walter Arnoldo Ad inizio luglo 2017 parto alla volta di Levico Terme e del suo lago ...