10.01.2012

Predatori in Versilia

La Versilia, oltre ad essere un posto dove ci sono bei locali,un sacco di gente e un bel mare, è un luogo dove anche la pesca nelle acque interne può regalare belle soddisfazioni, anche coi predatori per eccellenza, cioè lucci e bass.

In questo articolo vorrei parlarvi di alcuni piccoli fossi nella zona tra Forte dei Marmi e Marina di Pietrasanta; piccoli si, ma pieni di bei pesci!



Nello specifico mi riferisco al bacino del fosso Fiumetto (costituito appunto dal fosso Fiumetto e dal fosso Tonfano) e dei piccoli corsi d'acqua circostanti.

L'ambiente è quello tipico dei piccoli canali di campagna: acqua bassa (raramente oltre il metro, per lo più siamo sui 50-70 cm), corrente lenta e molta vegetazione sia in acqua che fuori...l'ideale quindi per esocidi e black bass.
Sono proprio le caratteristiche morfologiche di questi luoghi a dettare le regole e a imporre la pesca.



Per i lucci sono da lasciare a casa le pesanti e voluminose esche che si usano in grandi fiumi e laghi e sono da prediligere artificiali leggeri e che posssano lavorare in pochissima acqua.
Ottime sono le imitazioni di pesci in gomma, da usare con pochissima piombatura, così come minnows galleggianti e grossi martin allegeriti.
Per i bass sono da prediligere esche siliconiche come i classici vermoni oppure artificiali top water; micidiale è il "basirisky", la temibile ranocchietta di gomma dal movimento inconfondibile.





Da segnalare è che la zona è "Area di protezione del Luccio", quindi una ZRS. Il regolamento è molto semplice: il luccio si può pescare, ma solo con esche artificiali ad amo singolo e privo di ardiglione. Vietato l'uso dell'esca viva o morta. Dal 31 dicembre al 1 aprile (periodo che in Toscana è di divieto per il luccio) è vietata la pesca con qualsiasi tipo di esca artificiale. Questa ZRS è stata creata grazie all'opera dell'associazione Fly Club '90 Versilia.



Un ringraziamento va all'amico Matteo, ritratto in alcune di queste foto, compagno di molte pescate.