6.05.2015

Pesca alla sogliola "bionda"

Era fine  aprile 1977 ed ero piuttosto nervoso; La storia con Elisa (http://pescambiente.blogspot.it/2015/02/pescaamore-e-calcio-una-settimana.html) era finita da oltre un mese e in campionato era una lotta colla Juventus : Noi del TORO andavamo più forte dell’ anno precedente dove vincemmo lo scudetto ma anche la Juve viaggiava molto veloce.  Di positivo vi era che riuscivo a raggranellare qualche soldino giocando a briscoline e tarocchi al bar e avendo ben ben pelato con un bel bluff  un paio di ragazzi a casa di uno di loro e che casualmente avevo incontrato una splendida bionda di qualche anno più vecchia di me che allora era anche una delle rare donne pescatrici in una battuta di pesca  nell’ Agogna alta. Con  un  Martin da 9 gr fregai al primo lancio un bella trota fario attorno ai 30 cm;
mentre mi accingevo a pulirla subito come da prassi quando incomincia il caldo per poi avvolgerla in grosse foglie prima di riporla nel cestino ecco che la donna attraversa il torrente, mi viene incontro e incominciammo a parlarci.
Si chiamava Maria Pia ed abitava a Borgomanero; Era una abile pescatrice di mare ma non di torrente stranamente.  Risaliamo il torrente assieme e in una bella buca aggancio con un ondulante una grossa trota in una bella buca;
Maria Pia è allibita e cosi’ si baratta una lezione di spinning fatta da me a Lei e una lezione di pesca in mare Lei a me in tenda qualche mese dopo quando il caldo avrebbe offerto anche la possibilità di fare il bagno. Inutile dire che il pensiero era di fare sesso con Lei se non subito ma quando saremmo stati in tenda assieme. I miei insegnamenti dettero i loro frutti e Maria Pia allamo una bella fario.
Io oramai non pescavo più intento a consigliarla e a guardare nella sua scollatura 2 splendide tette.  Ci scambiammo i numeri di telefono  dandoci appuntamento per la pescata in mare fra un paio di mesi circa.
L’ ultima di campionato vedeva la Juve a 49 punti giocare fuori casa colla Sampdoria e il TORO a 48 in casa col Genova. Graziani al terzo minuto ci porto subito in vantaggio, Pulici con una doppietta al 13 e 14 minuto fecero si’ che il risultato era oramai acquisto anche se Ghetti al 17 minuto accorcio le distanza. La Juve ra ancora sullo 0-0 e si sperava. Nella ripresa Graziani al 57’ e Zaccarelli al 87’ portarono il risultato sul 5-1.
Zaccarelli
Ma nel frattempo purtroppo la Juve segno e vinse. Il campionato diceva Juve 51 punti TORO 50. Avevamo battuto il record di punti dei campionati a 16 squadre di ben 4 punti, avevamo il capocannoniere del campionato ciò Graziani con 21 gol, la miglior difesa e il migliore attacco ma eravamo secondi: CHE RABBIA!!!

Ma giunse la telefonata di Maria Pia che mi diceva che a metà giugno saremo andati nel Mediterraneo a pesca.  Cosi’ fù e dopo aver montato la tenda ci trovammo nel Mediterraneo con lei ad insegnare a me un po’ di pesca in mare. 
Prendemmo 5 sogliole (4 Lei e 1 una io)  al mattino che Lei stessa cucino alla griglia. La Sogliola è pesce piatto dal corpo ovale molto allungato e compresso. La testa è piccola ed il muso è arrotondato con bocca piccola e occhi posizionati sul lato superiore. La pinna dorsale parte dall’occhio superiore ed arriva alla coda, le pinne pettorali sono piccole, non simmetriche, e quella situata nella parte inferiore dell'animale è più piccola. Il corpo è ricoperto di squame piccole e spinose. Il dorso ha un colore va dal bruno-grigio al rossastro mentre il ventre è biancastro con sfumature rosate. E’ presente in tutto il Mediterraneo e ne esistono 7 specie che vivono a contatto con fondali sabbiosi e fangosi, a profondità comprese tra 0 e 200 m. Raggiunge una dimensione massima di 70 cm Ha carni bianche, magre, pregiate e molto apprezzate dai consumatori. E’ uno dei pesci più ricercati.

Dopo aver digerito Maria Pia sotto i miei occhi si spoglio completamente nuda dato che la spiaggia erqa deserta  ed ebbi un mezzo infarto.  Si immerse in acqua facendosi cullare dalle onde.
Io ero un po’ imbarazzato data la differenza di età ma mi spogliai anche io, la raggiunsi e gli misi subito le mani sul seno e la bacia.  Maria Pia disse “era quello che volevo” e cosi’ facemmo l’amore direttamente nell’ acqua. Da giovane come ero non ci misi molto a venire. Lei mi tranquillizzo dal mio imbarazzo e ripetemmo fra il pomeriggio e la notte in tenda la cosa altre 3 volte in varie posizioni sessuali.  La mia “corta canna” fece avere dei bei orgasmi a Maria Pia anche perché essa prendeva la pillola. Senz’ altro la donna più bella con cui ho fatto sesso in 58 anni. Le lezioni si susseguirono a ritmo alterno e Maria Pia in torrente superò  il maestro con una splendida trota marmorata di grosse dimensioni  nel fiume Toce con un minnow
.In compenso facemmo sesso anche in acqua dolce dopo averlo fatto in mare. Al mare era  più le volte che si metteva nuda a farsi trastullare dalle onde che a pescare ed immaginate cosa succedeva.
Io ero quasi pazzo di Lei ma Lei di me no data anche la differenza di età, di cultura ed economica; Si innamoro di un avvocato e a fine ottobre mi comunicò che non ci saremmo più rivisti. Mi mando un bacio dall’ interno della sua auto  e mi disse “E’ stato bellissimo, spero prima o poi di rivederti anche solo per una cena”.
Io ero quasi pazzo di Lei ma Lei di me no data anche la differenza di età, di cultura ed economica; Si innamoro di un avvocato e a fine ottobre mi comunicò che non ci saremmo più rivisti. Mi mando un bacio dall’ interno della sua auto  e mi disse “E’ stato bellissimo, spero prima o poi di rivederti anche solo per una cena”.

La cosa avvenne due anni dopo ed oltre al suo oramai marito  mi presento ben bene  sua cugina Carmen di Domodossola una vera bellezza mozzafiato coi lineamenti stranamente spagnoli/messicani  per essere una ossolana che avevo già incontrato tempo prima ma solo a bere un aperitivo con Maria Pia. Ma quella è una altra storia che non entrando in niente colla pesca tralascerò di raccontarvela anche perchè durò veramente poco......

Maria Pia divorzio dopo 3 anni di matrimonio. Non riusciva a dimenticarmi. Ci rivedemmo e cosi' dopo qualche anno di fidanzamento la nostra storia dopo oltre 20 anni continua surrogata da un bel matrimonio purtroppo senza prole. Non manca qualche litigata e qualche "scapatella" reciproca, dato che Lei ha scoperto di essere bisex anche,  che dà sale al rapporto; Un rapporto abbastanza libero di una coppia moderna...Ma ci amiamo ed è quello l' importante.

Carpe,trote,storioni,lucci,BB & C. nel principato di Masserano

  Situato in una zona collinare, a quindici chilometri da  Biella . Il  principato di Masserano , unito al  marchesato  di  Crevacuore...