8.06.2015

Pesca al lago di Cavedine (TN)

Lo scarso sfruttamento turistico ha conservato le caratteristiche di naturalità originarie di questa frazione, che si distingue per il silenzio e la serenità dei luoghi.Il lago di Cavedine è citato nel racconto "Senso" di Camillo Boito. Il Lago di Cavedine. Formato da uno spumeggiante torrente Rimone(io lo chiamerei canale)
, si trova a 28 km da Trento e a 24 da Riva del Garda, all’altitudine di 241 metri, è lungo 2,5 km, largo 0,6 km, profondità massima m. 24, ha una superficie di oltre 1 kmq ed una circonferenza di km. 6.  Bello per tanti motivi. Incastonato in una sorta di dolce valletta naturale, chiusa a sud da una collinetta, con lo sfondo a nord della Paganella e ad ovest degli strapiombi della Valle del Sarca. Lo si può “circumnavigare a piedi” percorrendo il bordo di una strada poco frequentata dalle auto, ad est; per un sentiero boscoso, ad ovest. Ottimo punto di partenza per escursioni a piedi nelle marocche, le pietrose “ruine” dantesche che conservano ancor oggi impronte di dinosauri, vero e proprio paesaggio lunare di rarissima bellezza.

SUPERFICIE  1,1 kmq
LUNGHEZZA 600 m.
QUOTA S.L.M. 240 m.
PROF. MAX. 60 m.
BACINO IDROGRAFICO del Fiume Sarca
Tipi di pesce più presente
COREGONI
TROTE/ PERSICI
BOTTATRICI
LUCCI
MINUTAGLIA assortita
La formazione del lago di Cavedine risale al 1° sec. d.C. , quando un’ imponente frana staccatasi dai monti Brento e Casale sconvolse la piana del Sarca, portando alla formazione anche di altri bacini lacustri minori.
Immerso in un aspro paesaggio e circondato dai massi della frana (“Marocche”) , il lago si posiziona in un area poco frequentata dal turismo di massa e lontana dal traffico urbano.
Il lago è a Nord di Riva del garda e facilmente raggiungibile da due diramazione della Strada Statale 45 bis; una nei pressi dell’abitato di Pietramurata, e l’altra nei pressi di Dro.

Immissario del lago è il fiume canale Rimone, emissario del lago di Toblino; In effetti il lago di Toblino ha acqua del vicinissimo lago di Massenza che è acqua che arriva da altri 2 laghi più a nord  e cioè del lago di Molveno e del lago di Ponte Pià. Questo ultimo  lago fu creato nel 1956 sbarrando la stretta forra in cui scorre il fiume Sarca vicino a Ponte Pià.  In seguito dal lago di Cavedine l' acqua esce e và a finire nel lago di Garda attraverso conduttore sotteranee.
La specie ittica più presente nel lago è senza dubbio il lavarello o coregone, con taglie spesso superiori al chilo e mezzo di peso, ma si hanno notizie di catture che sfioravano i quattro chilogrammi (??? di questa affermazione appresa da un sito ho dei forti dubbi***) . Il coregone viene pescato: dalla riva con le tradizionali canne “in verticale” usando come esca normalmente tre “moschette” di vari colori, e dalla barca con il galleggiante(a passata) con esca le camole del miele o i lombrichi. Il periodo in cui si ottengono le catture più numerose è tra aprile – maggio e settembre.

Oltre al coregone sono presenti la trota Fario, il pesce Persico (reale), lucci, cavedani, carpe, e tinche. Ultimamente in questi anni è apparsa la bottatrice introdotta abusivamente da qualcuno, che oltre a commettere un illegalità non ha pensato che questo pesce si ciba di macroinvertebrati mettendo in discussione l’equilibrio del lago.

In sostanza un ottimo lago per lo spinning, col Mort Manieè e col vivo ma solo quello  autoctono  e discreto per la pesca col galleggiante, meglio se scorrevole, e a fondo magari facendo ledgering col Method. Per la pesca al luccio a spinning leggere il link:
http://pescambiente.blogspot.it/2012/10/artificiali-da-luccio.html






Nel 2015 è stato preso un luccio di 10 kg che vedete nella foto sotto e potete verificare  in internet al link:

http://www.valledeilaghi.it/jcms/201505136203/articoli-di-valle/pesca-da-record-lago-di-cavedine.htm


Info: Famiglia cooperativa lago Valle di Cavedine
 Via Don Negri  N 24
38073 Cavedine
Tel: 0461/568517

Regolamento 2015 vedibile al link 

http://www.valledeilaghi.it/jcms/200904081384.htm

che dice:

 Nella Valle dei Laghi, ovviamente, molti gli iscritti alle diverse associazioni di pesca, anche se la maggiore società (e concessionaria delle acque fluviali e lacuali della zona), è la storica «Società Pescatori Basso Sarca», con sede al Lago Bagatol nel comune di Dro. Società fondata nei primi anni ’50, ora presieduta Stefano Trenti che coordinata l’attività di ben 734 soci (tra le quali ben 30 signore). Gli specchi lacuali di competenza sono S.Massenza, Toblino, Lagolo, Cavedine e Tenno. A questi possono accedere i residenti dei sei comuni della Valle dei Laghi (Terlago, Vezzano, Padergnone, Calavino, Lasino, Cavedine), e quelli dei comuni di Drena, Dro, Arco, Riva del Garda e Tenno. La pesca è consentita dal 1° gennaio al 30 settembre (tranne il giovedì), e un eventuale permesso di pesca per gli “esterni” costa 14 euro al dì. Il costo annuale di permesso alla pesca, per i residenti degli undici comuni citati è di 95 euro, mentre è di 120 euro per gli extra-comunali. Il Lago di Cavedine è senz’altro il miglior per pescare, vista la grande quantità e varietà a disposizione (lavarello, persico, cavedano, trota, luccio, barbo, carpe, alborella, bottatrice, temolo). Per ogni giorno di pesca, con un massimo di due canne a disposizione per pescatore, si possono catturare sino a cinque esemplari (quattro se coregoni, tre se lucci, due se tomoli). L’esca consentita è quella con camole finte, con la tecnica dell’amo al fondo oppure su galleggiante. In un anno, un singolo pescatore, non può catturare più di 200 esemplari di salmoidi, rigorosamente segnati sull’apposito libretto-permesso di pesca. Pressoché quotidiani i controlli dei guardiapesca o degli agenti forestali, per rispettare le norme di pesca e per un giusto equilibrio ittico-naturale.






Bar Pizzeria Windsurf, via lungo Lago, 25 Tel. 0461/568340
Sarche, Hotel Ideal, via Caffaro, 41 Tel. 0461/564131
Bar Parete Zebrata, Gaggiolo, 4 – Tel. 0464/507146.
Hotel Stella Alpina – Lago di Tenno – tel. 0464/502121
Hotel Bella Speranza, Ville del Monte – tel. 0464/502120
Mangiare e dormire essendo la zona vicina al lago di Garda non vi è problema per ciò con sistemazioni e ristoranti adatti a tutte le tasche.

*** Da Wikypedia “Il coregone Laverello può raggiungere i 70 cm di lunghezza, ma la taglia più comune è di 30-40 cm.



Pescare? Anche...ma lavorare in altro modo nel mondo della pesca e pure gratis.

Trota recuperata nel Toce Gli elettrostorditori, sono costituiti da un generatore, dal quale escono due cavi terminanti con un polo po...