2.10.2017

Canna teleregolabile in laghetto







Alcuni anni fa alcuni furbi agonisti dopo aver valutato attentamente i primissimi minuti di gara;
Questo dato che spesso cruciali: hanno pensato come azzerare i tempi morti che sono essenziali in queste competizioni ed hanno inventato la trota lago con corte teleregolabili di 5-7 metri con la funzione di lanciare l’ esca  a breve distanza e salpare la trota di peso.
Essendo la canna teleregolabile la si può allungare od accorciare a piacimento specie quando si vedono girare i pesci nel sottoriva sotto i propri piedi. La canna deve avere parecchia  rigidità e potenza e munita di un mulinello N 1000;
Salperemo le trote al volo (le teleregolabili normali sono flessibili e costringerebbero al guadino)
, le prenderemo colla mano sinistra ( o colla destra se siamo mancini) , la slameremo col dito, la uccidiamo e la depositeremo nel cesto porta pesci.
 Come esche useremo le solite camole, vermi, uova di salmone ecc ecc.
La montatura è formata semplicemente da un pallettone che raggiunga il più velocemente possibile il fondo.
Poi una girella con moschettone agevole da sganciare e agganciare, finale di 1 metro circa e comunque a piacimento. Si prepara preventivamente qualche finale con asola con ami di diverso tipo da usarsi in base alle dimensioni delle esche.
La cosa funziona specialmente nei piccoli laghetti dove solitamente si svolgono gare sociali o provinciali.



La cosa più difficile è trovare l’ attrezzo giusto ma nulla vieta di rivolgersi a qualche ingegnoso negoziante che modifichi una normale canna teleregolabile rendendola rigida se non siamo in grado di farlo noi stessi.

Pescare? Anche...ma lavorare in altro modo nel mondo della pesca e pure gratis.

Trota recuperata nel Toce Gli elettrostorditori, sono costituiti da un generatore, dal quale escono due cavi terminanti con un polo po...