2.19.2017

Pescare nel lago del Letino





Nella pianura delle Secene nasce in cinque o sei polle la piccola sorgente del fiume Lete, anticamente Ete. Il Fiume Lete sorge per fenomeno carsico alla quota di m. 1028. Il nome richiama inevitabilmente una nota marca di acqua minerale che viene imbottigliata proprio alle sorgenti del fiume. La qualità delle acque è eccellente. La temperatura alla sorgente è di 8° C.; la portata il secondo è di l. 119.
Il Lago di Letino o di Cauto è un bacino artificiale sito poco lontano dal centro abitato.

Venne costruito agli inizi del XX secolo per alimentare la centrale idroelettrica di Prata Sannita sfruttando l’ acqua del tratto montano del fiume Lete la cui acqua viene catturata e attraverso una condotta forzata percorre circa un Km fino alla centrale sbarrato da una diga.

Ha una superficie di 1,1 km², un volume d'acqua di 925 000  e un limite massimo di invaso di 908 metri cubi.
 Il territorio comunale si estende per 31 kmq con un'altitudine che varia dagli 828 metri della località "cavuto" ai 1725 della località "Vallocchie scure", ai piedi di monte Miletto e il paese
Il  ridente paese del matese è sito a 961 metri sul livello del mare è aggrappato ad un colle esposto l sole che tempera l’ aria tagliente della  sua altitudine.
Comunque Prima che la Società Meridionale costruisse l'alta diga di sbarramento, il fiume Lete, sempre per fenomeno carsico, s'inabissava nel profondo e misterioso inghiottitoio del Càuto, ricchissimo di formazioni stalattitiche e stalagmitiche, per ricomparire sull'orrido precipizio sopra Prata, non lungi dall'antico castello medioevale dei Pandone. Ancora prima che fosse costruito lo sbarramento artificiale voluto dall'uomo, durante la stagione invernale e nel corso del disgelo primaverile, le acque del Lete formavano un vasto bacino naturale (ancora oggi sono visibili le sue sponde, se si osserva il paesaggio dall'alto del paese), per poi tracimare in cascata nella ripida, scoscesa e sassosa Valle delle Rav
La fauna ittica del lago è costituita essenzialmente da trotefario, lucci,carpe, scardole,
cavedani,persici reali, alborelle,anguille, carpe e tinche e dall’ alloctono (per il lago) pigo che nessuno sà spiegare come ci sia arrivato; e comunque data la taglia notevole devono essere presenti da molti anni. Ci sono carpe anche se proprio non da carpfishing pescabili a fondo col classico mais o altri legumi tipo i grossi fagioli fatti bollire preventivamente ed innescati ; la pasturazione è vietata essendo classificata acqua pregiata.
Pescando colla bolognese con galleggianti scorrevoli o all’ inglese con piccoli vermi di letame si catturano i  cavedani(ma che abbocano anche sui vermi destinati alle trote)
e  i pighi e le tinche oltre ai persici reali

e alle trote che possiamo insidiare anche a spinning con attrezzatura leggere con rotanti del N 2/3 o Martin di gr. 6-9 oppure ancor meglio ondulantini lunghi e stretti ricco rendo anche a piccoli/medi minnows che possono attirare anche i cavedani .
Rende bene anche il classico striscio tipo laghetti con le camole ma alternando parecchie pause in modo che possa interessare anche i ciprinidi.
Per il luccio andremo più sul pesante con canne da 8-9 piedi, filo dello 0.30 minimo o trecciato dello 0.16 , cavetto di acciaio e come esche pesanti rotanti od ondulanti (il meglio è sempre il classico Martin di 28 grammi) non disdegnando spinnerbaits e grossi siliconici con testine piombate da far ballare nei sottoriva con profondità almeno di qualche metro.
Il punto migliore per i salmonidi è dove la condotta immette acqua nel lago e i punti più profondi sono raggiungibili dalla diga.

Come arrivare: Il comune dista 37 Km dall’ autostrada del sole conuscita al casello di Catanello. Proseguire poi per Vairano, po per Fontegrada e poi fino in cima passando da Gallo matese. Alcune stradine raggiungono poi il lagodi cui molte vicino alle poste italiane situate in via Marconi anche se è meglio chiedere in loco la strada migliore.

Licenza: governativa
Negozi di pesca: nessuno nelle vicinanze

Soggiornare in alcuni B&B vicini vedibili al link: http://www.bb30.it/dormire_vicino/50/1-bb_vicino_Lago_di_Letino__Letino.htm






Video:



Surfcasting (e non solo) vicino al Vesuvio con il signor Frigenti

Questa volta sono col signor Francesco Frigenti nato a Nocera Inferiore (SA )   nel    1978   e residente a San Valentino Torio in Ca...