5.25.2017

Pesci e pescate inaspettate




Vi voglio raccontare degli episodi che ho vissuto con amici ma anche colla moglie nel corso degli anni con catture impreviste ed altre non preventivate.
Molti anni fà quando il numero di trote trattenibili era di 10 capi ci recammo in 3 s
Partiamo da quando fui invitato per un articolo nella riserva di Carmagnola da un consigliere della stessa che era ad una riunione a Viverone per formare una alleanza piemontese alternativa alla FIPSAS organizzata seno chi da Messia Renato Pellò (Che dal novembre 2016 è presidente regionale della FIPSAS…..come cambiano le cose!!!). Dopo l ‘ intervista di rito al presidente e fatte alcune foto a dei pescatori della riserva mi dirigo verso il Po e vedo uscire uno che mi segnala una cacciata di una grossa trota che Lui a spinning non era riuscito a catturare. Io avevo ancora in auto l’ attrezzatura del giorno precedente e quindi monto la canna ed uso come esca delle camole che non sono certo l’esca più adatta ad un grosso predatore. Ebbene dopo 2 passate salpai una trota (Che giudicai un ibrido di fario/marmorata) che al bilancino scassato risulto di  4400 gr.

Purtroppo il pescatore mi chiese di dargliela e cosi fece una fine infausta.
Una altra volta ero a pesca con Adriano Taglier mio ex collega (siamo entrambi in pensione adesso) sulla roggia Bona e dopo una giornata a pescare a passata e a fondo Adriano verso l’ imbrunire decise di dare 2 colpi a spinning nella grossa buca e quello che prese lo vedete nella foto.

Video dello spot
https://www.youtube.com/watch?v=UOVh6DRKUuI

A lucci andai anche con il mio idraulico Gasparini che era digiuno di quella tecnica. Lo portai in una lanca del Sesia ed al terzo lancio salpo, con un ondulante, un grosso luccio fotografato poi a casa.

Video spot

https://www.youtube.com/watch?v=1VCD5w_oz2U

Tre anni fa mi recai sul Terdoppio a monte di Caltignaga a vaironi e con mio grande stupore catturai e rilasciai una trentina di piccole lasche; Stupore dato che sembravano esinte e perché io e mio padre assidui frequentatori di quel torrente, spesso e volentieri colla bilancia,  di lasche non ne avevamo mai prese; Le prendevamo e tante nell’ Agogna.

Una altra volta mi recai col mio defunto negoziante Alessandro, la moglie, il Gasparini e 2 altri sul Tanaro a Masio a siluri. In 5 ci ponemmo sulla massicciata e il sesto più a valle dalla parte della spiaggia. Allessandro catturo subito un grosso siluro con l’ anguilla.
 Poco dopo suono il telefonino del sesto che diceva di andargli a fare una foto che ne aveva preso uno anche Lui.
Furono gli unici 2 siluri di oltre 8 ore di pesca.Ah no...anche Gasparini ne presuuno...ma era un 20 cm scarsi!! Io dopo 4 ore a guardare le mie canne a fondo mi stufai e mi misi su una barca ancorata a passata e feci un bel cestino di ciprinidi.

Una altra volta fu organizzato un pranzo in un ristorante con annesso laghetto. Il solito Luca Ragno detto “Selvatico” aveva in auto una canna da mosca e volle provare a prendere qualche trota; Catturo una carpa e un amur di piccole dimensioni!!!


Tornando ai siluri la mia prima cattura di tale specie fu con un siliconico a forma di luccio dopo che avevo tentato ore e ore a fondo con calamari, vermi e porcherie assortite.

Un giorno ero a cazzeggiare alle 7 fontane nella valle del Ticino di Galliate e un amico dell’ innominabile Titta Di Girolamo disse “ Vado a prendere quella grossa marmorata del naviglio Langosco, ci provo a Morto Manovrato alla svizzera”. LA PRESE!!!  11.5 Kg
Una altra volta in piena corrente a spinning agganciai un pesce; Mi aspettavo di tutto meno che un Black Bass che vedete immortalato in mano a mia moglie.




In Austria catturai 2 lucci; Uno di 63 cm a spinning e non una cosa speciale mentre lo fù quando vidi un grosso Esox a galla che pinneggiava stranamente in modo anomale come se fosse sofferente. Montai una canna con un feeder per tentare le carpe e le tinche del laghetto e dopo qualche lancio non agganciai per una pinna il luccio!! Mi mori’ fra le mani e portai in hotel.

In una delle mie prime uscite in Austria Francesco Gargantini porto me e AR* in barca elettrica sul lago Whortera spinning al luccio. Dopo un paio di ore senza risultato al ritorno lasciai un minnow alla deriva a traina e misi la canna sulle gambe. Mentre AR mi filmava e io dicevo “non abbiamo preso nulla ma il posto è bello ecc ecc” ecco la canna sobbalzare; Si era attacato al minnow un lucioperca di circa 1500 gr.
*Di  AR non dico nome e cognome dato che non siamo più in accordo. Dico solo che è un signore, attualmente anziano, che fù presidente della FIPSAS Novara e faceva una trasmissione in onda su TV locali dal titolo PESCARE  E’ BELLO con notizie ed ottimi filmati.

Quando ancora si potevano prendere 10 trote a testa in 3 ci recammo a spinning nella roggia Biraga sperando almeno di scapottare ed invece...


Una altra volta fui invitato per l’ inaugurazione di una riserva in Valle Aosta  (http://pescambiente.blogspot.it/2010/02/trote-di-alta-quota.html) e provando nel laghetto della riserva monto un minnow  snodato da 9 cm sempre imitante la livrea della fario.. La moglie vuole provare anche Lei stranamente… Gli lancio l'artificale e … Fario di 2 kg abbondanti!


E della mia cattura di una delle 10 trote tigri che aveva immesso una riserva ligure che vogliamo dire?





Pescare? Anche...ma lavorare in altro modo nel mondo della pesca e pure gratis.

Trota recuperata nel Toce Gli elettrostorditori, sono costituiti da un generatore, dal quale escono due cavi terminanti con un polo po...