5.20.2017

Una figlia pesca (Esmeralda)



Era il 21 maggio 1987 e nacque mia figlia Esmeralda; Speravo in un maschio per portarlo a pesca con me ma perché una femmina non può pescare mi chiesi. E cosi a 4 anni la iscrissi ad una del CROB (Centro Ricreativo Ospedale Biella) presso il laghetto APOS ad Occhieppo Superiore (BI) sulle rive del torrente Cervo. Io lanciavo e Lei tirava quando gli dicevo io di tirare cioè quando il galleggiante affondava. Visto che contava il peso delle 10 trote obbligatorie arrivo addirittura quarta.
Successivamente mi ricordo che in ferie a Bibione ci recammo sul Lemene e prese qualcosa come 40 scardole sui 2 etti e una tinca.
Da ragazza venne con me molte volte sul Torrente Cervo biellese a caccia di vaironi e Company.  Prese addirittura il più grosso vairone che vidi in vita mia.



Mi accompagno nell’ avventura sul Sesia a Romagnano dove io presi colla canna fissa da 7 metri, finale dello 0.12 una trota fario di 1850 grammi; UN MIRACOLO per l’attrezzatura.
Seguirono varie uscite dove ricordo con piacere una pescata a spinning risalendo una roggia novarese dentro il liquido.
Qualche uscita sempre a spinning in torrente o nei canali novaresi .

Ma il più fù la cattura di un luccio di 3/3.5 Kg nel lago di Cascinette vicino Ivrea con un minnow dopo che io nello stesso lago prendevo tale specie, chissa perché, solo con rotanti tandem.

Ma AIME’ dopo si diede LETTERALMENTE ALL’ IPPICA!!


H2O (acqua) con Giorgio Cavatorti

Sono con Giorgio Cavatorti nato nel 1967 a   in provincia di Reggio Emilia              e residente a  Montecchio Emilia  (potremmo a...